sabato 16 agosto 2014

Lu Re picciottu e 'i tassi

Palermo: "Palazzo delle Finanze" (1844)


Lu Re picciottu e 'i tassi

Li tassi ri 'na vota... megghiu assai:
d'invernu litargìa... vigghiànti mai.

Ma la munnizza, cu lu fetu forti,
su' anni e anni c'arruspìgghia 'i morti.

E nun ci pari veru, Iddu arrimìna
lu sucu - sempri 'u stessu - peggiu 'i prima.

 Li cristi vonnu pani da lu Re!
Manciassiru li tassi... a tinchitè.







Versi di  Leo Sinzi

Si ricorda che la violazione del diritto d'autore (copyright) è perseguibile legalmente.

Nessun commento: